giovedì 17 giugno 2010

INTERNAZIONALI DI ROSETO: PROTAGONISTI E PROSPETTIVE

Finita la kermesse di fine primavera 2010 del centro adriatico restano da vedere i risultati, soprattutto in prospettiva futura.

Dal punto di vista tecnico il predominio del GM Romanishin può essere ascritto alla routine, come pure può rilevarsi normale la risalita, nei turni finali, di altri due GM: Ephisin e Rotstein - finiti a 6,5 e 6; sono invece crollati gli altri due: Sveshnikov e Naumkin.

Il vero protagonista (dal punto di vista tecnico) del torneo è stato il MF romano Alessandro Bove il quale, dopo aver battuto (tra gli altri) 2 GM: Sveshnikov e Rotstein, e pattato con Ephisin (non ce l'ha fatta, invece, con Romanishin) ha conquistato una splendida norma da MI che ha contribuito ad impreziosire di significati tecnici e promozionali l'intera iniziativa.

Insieme al MF Bove è arrivato il MI Axel Rombaldoni, dopo un ottimo avvio è rimasto inpelagato da alcune patte e non è riuscito a conseguire la sperata norma da GM; la griglia degli avversari che ha incontrato ha comunque dimostrato che, con una maggiore tenuta agonistica, norme e titolo sono alla sua portata.

Altro risultato tecnicamente ragguardevole è stato conseguito dalla MF femminile inglese Yurenok Maria S.

L'inglese, ammessa al magistrale con una delle due wild card riservatesi dal comitato organizzatore perchè il suo Elo Fide era inferiore a 2000, ha sfoderato una grinta ed una precisione di gioco inappuntabile, terminando alla fine a 5 punti e conquistando il maggior incremento di punteggio Elo dell'intero magistrale.

L'atleta, n. 14 del ranking femminile inglese, ha ottenuto un risultato buono per la norma di MI femminile; questo se il suo basso punteggio attuale non le crei problemi per l'attribuzione del titolo.

Per gli abruzzesi presenti al Magistrale le luci sono state soffocate dalle ombre; il primo in graduatoria, secondo pronostico di Elo, è stato Di Donatantonio; purtroppo la sua performance è stata inferiore al suo punteggio di ingresso. Senz'altro il migliore risultato è stato conseguito da Lauria Amilcare il quale è si arrivato mezzo punto dietro ma ha fatto registrare un notevole balzo in avanti come punteggio di merito, va anche sottolineata che la sua ottima prestazione è stata impreziosita dall'averla conseguita affrontando tre Grandi Maestri !!
Ugualmente positiva, per lo meno dal punto caratteriale, la prova di Maximovic che con un perentorio 4 su 4 finale ha raddrizzato un torneo nato storto ed ha visto aumentare i suoi punti Elo.
Inappellabile la prova deli altri tre, con il campione teramano e il vice campione pescarese a disputarsi la medaglia di piombo del torneo.

Nel torneo secondario i risultati sono stati più gratificanti; alla fine i maggiori graduati, per Elo, hanno terminato con gli stessi punti (5,5 su 8) ma con spareggio favorevole a Lorenzo Pescatore su Antonelli Alessandro.
Soprattutto un test confortante per Lorenzo in vista dei prossimi campionati giovanili che si terranno a Palermo dalla prima settimana di luglio prossimi; ancora di più per il fatto che i suoi prossimi avversari in Sicilia difficilmente avranno quella certosina abilità nel trattamento dei finali che i suoi avversari di Roseto hanno utilizzato per frenarne la verve di fantasia e di agonismo di cui dispone.
Oltre ai due pescaresi buoni i risultati del CM Di Martino e del 1N Di Biagio entrambi di Teramo; in particolare Di Biagio fa il suo ingresso nella graduatoria mondiale FIDE con un punteggio ragguardevole.

Nell'Amatori non riesce a Scurti la vittoria finale; questo perchè nel penultimo turno, nello scontro diretto con il futuro vincitore del torneo, dopo uno spettacolare sacrificio d'alfiere in f2 manca un semplice doppio conclusivo di cavallo a Re e regina avversari e deve dare l'addio al punto ed alla vittoria di torneo; ha comunque confermato (con un ulteriore aumento di Elo) la sua recente promozione in seconda ottenuta ai recenti regionali di Penne.
Segue, al 5° posto, l'NC Coccagna Marcello di Teramo che, giocando un torneo sempre ai vertici della classifica, ha fatto un poderoso balzo in avanti nella graduatoria Elo.

Ancora di più dei risultati tecnici ottenuti dagli abruzzesi o dai giovani scacchisti di livello nazionale il maggiore protagonista della settimana scacchistica rosetana è stato Internet;
il torneo, infatti, è comparso in vari siti mondiali, tra i quali quello americano di Susan Polgar.

L'ex campionessa mondiale, oltre a dare l'annuncio della norma MI di Alessandro Bove, ha integralmente pubblicato - in inglese - l'intervista che il GM Sveshnikov ha rilaciato ad Angelo Mammana (redattore del blog: Scacchierando, oltre che vincitore del torneo B).

Oltre al fatto che, oramai e sempre di più, i tornei scacchistici possano (e/o debbano) qualificarsi come "eventi Internet" l'attenzione riservata alle nostre iniziative sta a dimostrare che, all'estero, ci guardano con occhi ben più benevoli di quanto non facciamo noi stessi. E ciò in quanto da parte dei nostri interlocutori stranieri c'è una continua sorpresa per l'osservazione che i complessivi numeri espressi dal nostro movimento nazionale non siano consoni alla nostra storia.

E' pur vero, comunque, che qualcosa si sta muovendo nel nostro Paese per quanto concerne gli scacchi: non solo per le recenti vittorie nella Mitropa Cup o per il superamento dei 2.700 punti Elo di Caruana ma, soprattutto per l'insieme di attività poste in essere dai promotori scacchistici e dal sempre maggior numero di giovani che si avvicinano (e si appassionano) al nostro gioco.

Da tutto ciò una domanda attanaglia tutti gli appassionati: "La crescita è per merito o nonostante la FSI?"

Condividi

0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Contatore Visite

Test del giorno

Lettori fissi

Post più popolari

Si è verificato un errore nel gadget

Contatore visite

Blogroll

About

Blogger templates

Blogger news