giovedì 25 ottobre 2012

Programma CRA


Programma CRA 2013-2016

A fronte dei molti e positivi risultati agonistici dei propri tesserati e degli affiliati - come ad esempio le 2 squadre in serie Master, i titoli nazionali e i piazzamenti d’onore ai CIG U16 e ai CGS i titoli nei campionati a squadre - che dimostrano la bontà del movimento scacchistico dell’Abruzzo, si presentano alcune nuove sfide da affrontare. Le società affiliate avvertono una sempre più crescente difficoltà nel proseguire la loro azione di promozione sportiva; la partecipazione dei giocatori ai tornei è in forte calo mettendo in difficoltà gli organizzatori; e si avverte anche la necessità di un ristorno dei contributi in base a parametri definiti precedentemente.


Il programma d’azione del Comitato si baserà sulle seguenti linee prioritarie:


1. Sviluppo del livello tecnico dei giovani (e non)con stage mirati organizzati a livello provinciale, regionale


2. Diffusione degli scacchi nella scuola con azioni mirate e concordate tra CRA e ASD del territorio e   innalzamento del numero dei tesserati junior. E’ necessario presentarsi presso le istituzioni scolastiche non ancora coinvolte dai nostri Istruttori in maniera professionale e perché no consorziata

3. Collegato al punto 2 incremento della qualità degli istruttori grazie a corsi di aggiornamento

4. Miglioramento della qualità delle manifestazioni e della partecipazione degli atleti

5. Consolidamento e sviluppo delle società associate e coinvolgimento nelle attività del CRA

6. Costruzione di relazioni significative con gli Enti territoriali, il mondo economico e sportivo

7. Consolidamento del sito ufficiale CRA

8. Costruzione di relazioni con altri Comitati per creare degli accordi Interregionali

In considerazione dei punti delineati, si prospetta che ciascun membro del Consiglio, pur nell’ambito della collegialità dell’Organo, dei poteri conferiti al Presidente e nel perimetro normativo dell’azione di governo del territorio dato dallo Statuto federale, possa seguire con particolare attenzione lo sviluppo di alcuni settori.

E’ chiaro che un Comitato è forte solo se tutti gli associati condividono il percorso da seguire e collaborano per migliorare le proposte ed eventualmente farne altre da discutere assieme.
Cito una frase che ho sempre apprezzato molto “se due persone si scambiano 1 euro avranno entrambe sempre 1 euro se si fossero scambiate 1 idea ciascuno alla fine avrebbero avuto entrambe 2 idee”.

Infine un ringraziamento a Massimo Ramundi e al Comitato uscente per il lavoro svolto nel passato quadriennio con il raggiungimento di risultati importanti -mi scuso se non li cito tutti:

1. gestione finanziaria oculata senza costi di funzionamento
2. contenimento dei costi per comunicazioni
3. puntualità e trasparenza nella pubblicazione dei verbali
4. importante presenza nelle scuole
5. creazione e gestione del sito istituzionale

Condividi

0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Contatore Visite

Test del giorno

Lettori fissi

Post più popolari

Si è verificato un errore nel gadget

Contatore visite

Blogroll

About

Blogger templates

Blogger news