sabato 24 novembre 2012

GIRO DI BOA AL "CITTA' DI PORTO S.ELPIDIO"

Finisce questo fine settimana la 15^ edizione del week-end di Porto S.Elpidio,con la disputa degli ultimi 3 turni della seconda parte del torneo.



Stemma della "Città di Porto S.Elpidio

La simpatica città rivierasca marchigiana ha una caratteristica molto particolare in quanto le due entità che, in un certo qual senso, compongono la comunità non sono divise in due frazioni, ma bensì in due comuni ben distinti tra di loro: Porto S.Elpidio e S.Elpidio a Mare; limitrofi ma distinti. 


Lungomare di Porto S.Elpidio

Ciò che più attira l'attenzione è che, il centro che ha nel suo nome la parola del mare è quello che sta in collina; il toponimo identificativo (a mare) non evoca, quindi, l'affacciarsi sul mare ma, (il suffisso "a") dovrebbe essere la trasposizione dell'antico "senza", quindi - a dispetto di quanto verrebbe da immaginare - il mare sta solo al porto.

S.Elpidio a Mare è uno dei tanti scrigni (di opere d'arte e testimonianze storiche) di cui sono disseminate le Marche; e ben si presta ad essere la destinazione di vacanze culturali a disposizione dei tanti ospiti delle innumerevoli strutture ricettive della costa adriatica.  


Soffitto riccamente elaborato della chiesa di S.Elpidio a Mare

Venendo a cose più terrene difficilmente gli scacchisti impegnati nei turni finali potranno godersi le amenità offerte dal territorio; tra di essi la rappresentanza dei sei giocatori abruzzesi impegnata nella conquista di risultati tecnicamente prestigiosi.

Nel torneo principale il numero uno del tabellone: l'ex campione italiano Bruno Fabio prosegue il suo cammino a punteggio pieno; i bookmakers inglesi pagano la sua vittoria finale  a metà della scommessa; nella tale eventualità si avrebbe una delle poche occasione del "profeta in patria" visto che l' MI è cittadino portoelpidiense.

Comunque gli abruzzesi fanno il tifo per Alessio Viviani e Joshua Coronel che hanno una pregevole posizione in classifica.

Alessio è a ridosso del podio (ha conquistato, sinora, 2 punti su 3); i francesi - in un loro vecchio adagio - direbbero "arrière pour mieux sauter", cioè: indietreggiare per saltare meglio.

Nelle prime partite il nostro ha fatto un passo falso collezionando una sconfitta con un avversario con un punteggio inferiore ma, evidentemente, il gap c'era solo sulla carta; comunque questo stop potrebbe tramutarsi in vantaggio in quanto, per un paio di turni Alessio potrebbe avere turni non proibitivi (almeno sulla carta) e poi giocarsi - in tutta tranquillità, all'ultimo turno - una posizione di classifica di prestigio assoluto.

In ogni caso, a prescindere dalla posizione finale in classifica che non è poi così determinante per la sua carriera scacchistica, il giovane alfiere della Libertas Nereto ha un'occasione propizia per fare un ulteriore balzo in avanti verso "quota 2200" che, oramai è alla sua portata, e tutti i giocatori abruzzesi sono certi che, entro il 2013, li raggiungerà.

L'altro nostro rappresentante: Joshua Coronel, dopo la sconfitta iniziale nel derby, si è ben ripreso ed adesso ha 1 punto sui 3 disponibili.

Joshua, attualmente, occupa una posizione in linea con il suo ranking di partenza, comunque, nella fase iniziale, è riuscito a prevalere con un CM di lunga esperienza: Giobbi Costantino; il che lascia molto ben sperare sulla sua tenuta emotiva ed, alla fine delle rimanenti tre gare, anche lui avrà - sicuramente - modo di guadagnare dei preziosi punti Elo che presto lo potranno portare ad entrare nella categoria magistrale con la conquista della categoria di candidato; già nelle sue possibilità tecniche.

Anche dal torneo B c'è grande attesa per gli appassionati abruzzesi; infatti Dario Marvulli guida la classifica (in coabitazione con altri 3 giocatori) con 2 punti e mezzo conquistati sui tre disponibili.

Dario è uno dei prodotti del vivaio della Scuola Scacchi instaurata dalla "D'Annunzio-Scacchi Pescara" curato dal Maestro Luca Cerquitella; il giovanissimo pescarese parte con il terzo posto nel tabellone iniziale; il suo trend tecnico è in forte ascesa e la sua categoria (2^ N) e punteggio Elo Fide sono certamente non veritieri sulla sua reale forza di gioco.

Anche se, in mezzo ai partecipanti del torneo, vi sono molti marpioni che, a dispetto di un Elo apparentemente non esaltante, hanno un'esperienza ragguardevole capace di ogni risultato; Dario, comunque, è abituato a stare nelle posizioni di testa di un torneo e non soffre di alcun timore riverenziale per cui è lecito sperare in qualcosa di straordinario.

La squadra del "D'Annunzio Junior: Lorenzo Pescatore, Marco Cocciaretto, Luca Cocciaretto, Dario Marvulli, ecc... 

Luca Cocciaretto, nella prima fase del torneo non ha ancora espresso il suo potenziale; nonstante la giovanissima età (è un classe 2002) Luca vanta una grande esperienza, anche di caratura internazionale; la sua predisposizione, più rivolta al ludico, lo invoglia, spesso, ad una grande velocità d'azione che lo porta, talvolta, a non approfittare degli enormi mezzi tecnici di cui dispone; per questo da Luca ci possiamo aspettare qualsiasi risultato; anche in questo torneo.

Prosegue, intanto, anche il torneo del Maestro (di musica) Michele Marvulli che, per il suo approccio eminentemente ludico alla gara, sarà più intento a ricercare buone trame di gioco e mosse superlative che ad inseguire posizioni altolocate in classifica.

Grande attesa, per i colori abruzzesi, anche nel torneo juniores dove il portacolori dello scacchismo abruzzese è Lorenzo Ciaramella.



La scuola primaria di Pineto (6^ alla finale dei C.G.S. 2011 in Umbria) con Lorenzo Ciaramella in evidenza 

Lorenzo è ancora in gara per conquistare la vetta; occupa la seconda piazza con 1,5 punti su due partite (ha già usufruito del turno di riposo previsto dal calendario del torneo) e gli restano ancora due partite da giocare per terminare le sue fatiche.
Tra queste è decisiva la partita finale con l'attuale battistrada: Lupini Michele che, nonostante un Elo di partenza non altissimo, sta conducendo un torneo alla grande con un perentorio due su due.

Anche in questo caso, nonostante si stia cercando di decifrare un torneo giovanile, sarà l'esperienza il fattore determinante che deciderà la contesa; ed in questo campo Lorenzo è decisamente in una posizione strategica ottima in quanto ha già disputato molti tornei agonistici ed, in moltissimi di questi, è già risultato vincitore.

Nessun rischio, quindi, che possa soffrire del "mal da prima scacchiera" che, talvolta, affligge le giovani promesse.

Il comitato, compatto, segue con attenzione le gesta dei portacolori abruzzesi e, per agevolarli nelle loro fatiche, ha deciso di mettere in campo ogni risorsa possibile per sostenere i propri rappresentanti; in quest'ottica ha richiesto (ed ottenuto) la collaborazione di un professionista con lo scopo di soggiogare gli elementi sia sotto che (sovra)nnaturali.

Presentiamo il frutto della collaborazione.

  

Condividi

0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Contatore Visite

Test del giorno

Lettori fissi

Post più popolari

Si è verificato un errore nel gadget

Contatore visite

Blogroll

About

Blogger templates

Blogger news