martedì 28 settembre 2010

CONCLUSO IL 1° WEEK-END: "CITTA' DI GUARDIAGRELE"

Si è regolarmente conclusa la 1^ edizione della fatica organizzativa della Società: "A.S.D. Circolo Scaccchi Giulio Cesare Polerio" confluita nella progettazione e realizzazione del week-end: "Città di Guardiagrele".

Nel torneo principale i pronostici sono stati rispettati; i Maestri Luca Cerquitella e Angelo D'Angelo ed i Candidati Maestri Angelo Spada e Fausto Scali si sono classificati nell'ordine, di seguito la classifica finale.

Pos Pts ID T NAME Rtg PRtg Buc1 BucT Mwns APRO
1 4.5 1 -M CERQUITELLA Luca 2264 2391 11.50 13.50 4 2002
2 3.5 2 -M D'ANGELO Angelo 2227 2094 12.00 14.00 2 2069
3 3.0 3 CM SPADA Angelo 2046 2033 12.00 12.00 3 1904
4 2.5 5 CM SCALI Fausto 1959 1975 12.50 12.50 1 1884
5 2.5 4 1N ANTONELLI Alessandro 1981 1907 11.00 11.00 1 1880
6 2.0 6 1N PIERANDREI Cristiano 1910 2003 13.50 13.50 1 1903
7 2.0 8 3N PANICO Giuliano 1545 1942 11.50 11.50 1 1819
8 0.0 7 1N SABATINI Claudio 1858 1088 10.00 12.00 0 1972

Se può ben dirsi che i pronostici sono stati rispettati questo non lo si può asseverare per quanto concerne il percorso degli incontri disputati; sono stati, infatti molti gli incontri giocati con incertezze e complicazioni fino alla fine, anche a prescindere dalle varie esperienze ed i punteggi di merito man mano accrediati ai vari contendenti. E' innegabile che questo generale innalzamento dei valori tecnici (anche quando non vengono accompagnati dai connaturali incrementi di Elo) dipenda dalle partite telematiche che, giornalmente o periodicamente, prendono corpo nelle case della moltitudine di appassionati.

Nel torneo sussidiario c'è stata l'unica vittoria di giocatori provenienti da fuori regione: il giovane marchigiano (originario della provincia di Ascoli Piceno) Michele Donati è infatti riuscito a mettere in riga i tanti giocatori (sia con lunga esperienza alle spalle che giovani e giovanissime promesse) che si sono affrontati in un torneo molto combattuto ed emozionante.

A pari merito con il vincitore, ma con punteggio-avversari inferiore, è giunto l'esperto Nicola Mascetra dell'A.S.D. "Fischer - Chieti"; dietro la coppia regina un altro duo formato dal laziale Andrea Manfroi e dallo junior teatino Marco Monti.

Pos Pts ID T NAME Rtg PRtg Buc1 BucT Mwns APRO
1 4.0 2 2N DONATI Michele 1728 1846 13.50 14.50 4 1658
2 4.0 9 3N MASCETRA Nicola 1524 1888 12.00 13.00 4 1593
3 3.5 12 NC MONTI Marco 1440 1835 12.50 13.50 3 1581
4 3.5 3 2N MANFROI Andrea 1719 1648 12.50 13.50 2 1639
5 3.0 4 2N PALOMBARO Dimitri 1712 1686 13.50 15.50 3 1673
6 3.0 1 1N URZI' Silvio 1781 1642 13.50 14.50 3 1673
7 3.0 6 2N COCCIARETTO Marco 1626 1612 9.00 10.50 3 1353
8 2.5 7 3N CALABRESE Michele 1566 1538 11.50 13.00 2 1599
9 2.0 10 3N RAMUNDI Lorenzo 1494 1531 10.50 11.50 1 1496
10 2.0 14 NC ANSELMI Antonio 1419 1333 9.00 10.50 1 1331
11 1.5 11 NC LEVE Ettore 1470 1450 11.00 12.50 1 1610
12 1.5 8 3N MARROCCO Dario 1548 1343 11.00 12.00 0 1602
13 1.5 5 2N SCURTI Gino 1634 1231 10.50 11.50 0 1639
14 0.0 13 NC STENTA Saverio 1440 723 7.50 9.00 0 1472


Nel torneo esclusivamente riservato agli under 16, dopo un combattutissimo torneo che non ha lesinato una grandissima combattività e colpi di scena fino all'ultimo scacco, l'ha infine spuntata, collezionando 4 punti e mezzo sui 5 ottenibili, Stefano Vernamonti (altro membro di sicuro interesse della "Fischer-Chieti") che, pur se accreditato di un punteggio Elo-Italia tra i meno appariscenti, ha mostrato una grinta ed...un'esperienza... di assoluto valore.

A mezzo punto il laziale Emanuele Baiocchi; il giovanissimo prodotto del vivaio del Circolo Scacchi di Vitinia di Roma (tra i più importanti in campo nazionale dove ha conquistato tutta una serie di risultati tecnici e riconoscimenti in campo federale) pur essendo ancora un'Under 12 ha mostrato di sapersi destreggiare anche tra giocatori di fascia di età più elevati.

Completa il podio l'oramai esperto Federico Di Verniere (anch'egli di Chieti) che, con 3,5 su 5 precede (per spareggio tecnico) la coppia formata da Francesco Verna ed Alessia Cocciaretto che è stata la prima classificata nella fascia femminile.


Pos Pts ID T NAME Rtg PRtg Buc1 BucT Mwns APRO
1 4.5 14 NC VERNAMONTI Stefano 1392 1803 12.00 13.00 4 1428
2 4.0 13 NC BAIOCCHI Emanuele 1431 1669 14.00 16.00 4 1537
3 3.5 12 NC DI VERNIERE Federico 1434 1578 13.50 14.50 3 1498
4 3.5 17 NC COCCIARETTO Alessia 1299 1516 11.50 12.00 2 1345
5 3.5 16 NC VERNA Francesco 1362 1561 10.50 11.00 3 1356
6 3.0 11 NC VISSANI Claudia 1440 1501 13.50 15.50 3 1526
7 3.0 9 NC MARVULLI Dario 1440 1482 13.00 15.50 3 1517
8 3.0 3 NC CORONEL Joshua 1440 1495 11.50 12.50 3 1402
9 2.0 5 NC DE SETA Luca 1440 1323 12.00 13.00 2 1434
10 2.0 7 NC DI MARTINO Francesco 1440 1402 11.00 12.50 2 1407
11 2.0 2 NC CASTIGLIONE Davide 1440 1351 11.00 11.50 2 1355
12 2.0 15 NC VERNA Alessandro 1365 1368 7.00 7.50 2 1226
13 1.5 10 NC PANACCIO Alex 1440 1118 6.00 6.50 0 1216
14 1.0 1 NC CAROSELLA Chiara 1440 1174 13.00 14.00 1 1472
15 1.0 6 NC DI MARINO Pietro 1440 1216 12.00 13.50 1 1517
16 0.5 8 NC DI SCIASCIO Filippo 1440 1015 10.50 11.50 0 1383
17 0.0 4 NC D'ERRICO Italo Ma(W) 1440 -800 10.00 12.50 0 0


Nel suo ringraziamento durante la cerimonia di premiazione il presidente del sodalizio guardiese (l'ultimo nato, in ordine di tempo, nel movimento scacchistico abruzzese) Antonio Anselmi ha espresso la sua soddisfazione per i risultati conseguiti, per il livello di apprezzamento mostrato da tutti i partecipanti all'iniziativa torneistica. Per questi risultati egli ha confermato la forte determinazione, sua personale e dei propri collaboratori, a continuare a svolgere la propria opera divulgativa sul territorio di Guardiagrele e limitrofo, con particolare riferimento all'attività giovanile che viene confermato il "core business" (o, meglio, il "core passion") del "Polerio".

Tra le eredità lasciate dall'impegno organizzativo guardiese va certamente annoverato l'accrescimento tecnico ed emozionale del quale, soprattutto i giovanissimi tesserati locali, hanno potuto attingere nell'affrontarsi e confrontarsi sia con i pari età e con i... "vecchi marpioni" che da tanto tempo affollano i tornei disputati in regione; certamente una vigorosa iniezione di esperienze che sapranno mettere a frutto nei loro successivi impegni agonistici.

Ugualmente gatificante è stata la (reciproca) soddisfazione intercorsa tra i soggiornanti e la proprietà della struttura ospite della manifestazione, in particolar modo sono state apprezzate la qualità del cibo e l'ampiezza e comodità della sede di gioco; come risultato più concreto del rapporto sinergico intercorso il desiderio espresso, tra tutti gli astanti, a volere ripetere le esperienze vissute alle falde della Maiella.

Non sono solo queste le peculiarità che Guardiagrele può offrire ai propri ospiti; nel mentre sono notissimi i reperti storici e culturali retaggio di una storia plurimillenaria, forse non tutti sono a conoscenza che Guardiarele è un parco enogastronomico di elevatissima qualità.

Tali siti (veri e propri giacimenti del gusto e della cultura) attraggono glia appassionati del settore sia da dentro che da fuori regione; ristoranti come "Villa Maiella" o "Ta Pu" (solo per citarne alcuni tra i più rinomati noti) sono oramai divenuti patrimonio dell'immaginario collettivo tra i cultori dell'arte culinaria.

Pur non essendo tra i più famosi una tappa assolutamente imperdibile è una visita al ristorante: "La Grotta dei Raselli", situato in località omonima nella contrada Comino che si trova prima della salita (proveniendo da Francavilal al Mare) che porta al centro storico.

Il fatto che l'inserimento in alcune guide abbia tolto un pò della riservatezza al ristorante, nessuna limitazione ha apportato alla qualità (e soprattutto al rapporto prezzo/qualità) di assolutissimamente di prim'ordine. In questo ambiente i titolari Spadaccini (Franco che ritorna ai fornelli dopo aver frequentato le cucine dei principali ristoranti italiani e la moglie che dirige la sala) offrono un menu continuamente variato e variegato che segue i ritmi delle stagioni ed hanno a tema le prelibatezze del territorio e della sua storia sui quali (di tanto in tanto) vengono inseriti accenni e richiami alla cucina italiana ed internazionale.

Per i cultori un'esperienza assolutamente da non lasciarsi sfuggire, però è essenziale prenotarsi (ai numeri 0871.808292 oppure 347.8694693) altrimenti si resta a digiuno.

Condividi

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Un bravo a Dario Rosato

Anonimo ha detto...

Complimenti a Dario e a tutto lo staff organizzativo per la scelta di una sede di gioco eccellente per gli Scacchi e per la cortesia e l'accoglienza riservata a tutti i partecipanti. Clima di grande sportività e cordialità, premiazione ricca e generosa per tutti, come chiedere di più? Speriamo ci sia presto un'altra occasione per andare a Guardiagrele!

Anonimo ha detto...

grande Dario, speriamo che possa in futuro continuare ad organizzare tornei di questo tipo.
A proposito, si hanno notizie dell'altro torneo concomitante (4° Chiuso Val Vibrata)?

Anonimo ha detto...

OK tutto bene. Si può sapere però chi ha vinto il torneo? Come lo ha vinto e qualche commento tecnico più attinente al blog in cui discutiamo. Sarebbe bello aprire un confronto su questi temi.... penso.

Anonimo ha detto...

Bravo Dario ! Unica nota amara,come vedo dalla lista dei partecipanti, la mancata partecipazione al torneo delle atlete "guardiesi" che hanno portato un titolo italiano anche se scolastico in Abruzzo. Un'occasione persa, tra parentesi a due passi da casa, per dimostrare una volta di più la loro crescita scacchistica.

Anonimo ha detto...

Complimenti all'organizzatore e complimenti ai vincitori ; a Vernamonti,Donati e al miglior giocatore abruzzese Luca Cerquitella che ha rispettato il pronostico aggiudicandosi il torneo principale.

Anonimo ha detto...

Vorrei dire a tutti gli altri genitori che noi non dovremmo mai far strumentalizzare i nostri ragazzi per i boicottaggi dovuti alle invidie dei "grandi"

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti.
Mi scuserete se vi rispondo solo ora, ma, appena finito il Torneo, sono stato colpito da un febbrone da cavallo, che mi ha tenuto fino ad ora a letto, inerme. Ho giustappunto la sufficiente energia per ringraziarvi tutti per i complimenti rivoltimi, che accetto di buon grado e con un pizzico di vanagloria! :)
Sono nel mondo degli scacchi da poco, ma, in tutte le occasioni nelle quali c'era da riversare passione, impegno e sudore, non mi sono mai tirato indietro, e a maggior ragione qui, dove l'iniziativa era partita proprio dal sottoscritto. Tuttavia, così come ho detto anche in fase di premiazione, il merito non è stato -ovviamente- tutto mio: da solo avrei senz'altro fatto una magra figura! Quindi ringrazio, anche qui, chi mi ha aiutato con suggerimenti, idee, tempo, ecc.
Mi auguro che ci sarà una seconda edizione del Torneo; davvero, alla vigilia, non potevo aspettarmi di meglio.
Per quanto riguarda la nota amara -a 3 commenti precedenti questo-, beh, preferisco non esprimermi.
Spero mi perdoniate se mi permetto l'arroganza di dire: "peggio per chi non c'è stato". Il clima di cordialità e di amicizia che si è respirato in quei tre giorni, pur senza privare la manifestazione della giusta tensione agonistica, è un qualcosa che ho riscontrato raramente nei tornei di più giorni.
Grazie ancora una volta a tutti: il torneo è stato, per me, memorabile, e meritevole degli enormi sforzi organizzativi riversativi.
Un caro saluto
Dario Rosato

Anonimo ha detto...

Dario... grazie mille per quello che fai per i nostri bambini....oltre ad inmparare loro tante cosa sugli scacchi, impari loro anche che l'importante è divertirsi; impari loro che il bello è fare una bella partita, non vincerla; impari loro il rispetto per l'avversario..... Grazie Dario perchè aiuti noi genitori a far capire ai nostri figli i veri valori della vita.... Grazie di vero cuore!!!! Barbara e Mariadomenica

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

Contatore Visite

Test del giorno

Lettori fissi

Post più popolari

Si è verificato un errore nel gadget

Contatore visite

Blogroll

About

Blogger templates

Blogger news